Category Archives: StrettaMente Confidenziale

Formiche

Così mio nonno Guido Carli mi raccontò il suo Trattato di Maastricht. Il mio intervento su Formiche

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

L’intervento della nipote dell’ex governatore, presidente della Fondazione Guido Carli che il 10 maggio a Montecitorio premierà 14 eccellenze italiane Nel 1992 non esisteva Internet. L’informazione non era istantanea. Per conoscere i fatti bisognava aspettare i tg o i quotidiani ancora caldi di rotativa. La notte del 7 febbraio, giorno della firma del trattato di Maastricht, aspettai le prime edizioni all’edicola di Piazza Colonna. Avevo fame di sapere. Ma la lettura dei giornali non mi bastò. Per fortuna avevo una fonte privilegiata da cui attingere notizie: Guido Carli, mio nonno. Era stato lui a firmare l’accordo a nome del Governo. Dovevo…

Read More
Roma

Riprendiamoci Roma e la nostra generazione

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

Ripenso con nostalgia a qualche anno fa. Arrivando alla Stazione Termini nella mia adorata Roma, mi sembrava davvero di tornare a casa. Fossero i colori del tramonto o dell’alba, dopo un viaggio di lavoro, mi riempivo gli occhi della luce e degli odori della mia città. Dico questo perché ho amato tanto Roma. E per questo oggi non trovare più una sola ragione per viverci, mi fa davvero male. Sto invecchiando? Esagero? O anche voi avete le stesse sensazioni? Ho bisogno di risposte. Che non so darmi. Arrivo alla stazione, tra tassisti maleducati e povera gente buttata su decine di…

Read More

La rivoluzionaria semplicità dei nostri favolosi anni ’80

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

La mia generazione ha avuto la fortuna di vivere gli Anni ’80. E la loro rivoluzionaria semplicità. Le pastarelle della nonna la domenica, il Natale trascorso giocando a Monopoli, pane olio e sale per merenda. Anni in cui il peggior castigo era andare «a letto senza Carosello». La mia generazione ha avuto la fortuna di essere stata educata da uomini d’altri tempi. Erano forti. Erano tenaci. Ed erano onesti. Uomini per i quali un gesto valeva più di mille parole, Uomini che vivevano con semplicità ma pensavano in grande. Questa educazione per me è legata al nome e all’esempio di…

Read More