Questa l’integrazione nell’impresa criminale

image003Dietro la tragedia della ragazzina violentata e uccisa a Roma, s’intravede la parabola esemplare dell’accoglienza per tutti («ponti e non muri» e «benvenuti» e «Bella ciao»). Poi, dopo gli applausi, buttati via in qualche immondezzaio, come lo stabile di questa storia, che racconta della perfetta integrazione nell’imprenditoria locale di spaccio, scippi, furti, rapine, stupri se non peggio.