Monthly Archives: maggio 2016

rutelli-3

Il grano è esaurito? La colpa è di Rutelli

By | Chiacchiere da Camera | No Comments

Delusione per i molti senatori renziani habitué di «Grano», ristorante in Piazza Rondanini. L’intero locale, frequentato dal centro sinistra, giorni fa era stato prenotato da Francesco Rutelli. Il presidente del Partito democratico europeo, ideatore dei caschi blu della cultura, ha sottratto per una sera il ristorante filo governativo per offrirlo ai suoi ospiti dopo un convegno.

Read More

Fini in versione estiva con bucatini e cozze

By | Chiacchiere da Camera | No Comments

Toh, riecco Gianfranco Fini. Ma il già presidente della Camera, poi Futuro&libertà, non era davanti ad un platea di politici bensì di fronte a un piatto di bucatini alle cozze. Prima di trasferirsi ad Ansedonia, come da consuetudine, Fini ha voluto offrire uno scorcio di estate e di buona cucina alla moglie Elisabetta Tulliani e alle figlie. Tutti da «Tony» a Fregene. Un classico.

Read More

Se del reato di tortura è colpevole la polizia

By | Chiacchiere da Camera | No Comments

Vorremmo sapere dall’illustrissima Corte europea dei diritti umani di Strasburgo, così severa con le nostre forze dell’ordine, se non debbano essere considerate torture psicologiche e fisiche gli assalti premeditati con sputi, sassate, sprangate, lanci di bottiglie molotov e bombe carta contro poliziotti e carabinieri. Assalti che si concludono in tribunale con condanne irrisorie.

Read More
Elisa_Isoardi

La Isoardi e De Siervo in campo (Dall’Orto)

By | Chiacchiere da Camera | No Comments

Rai e dintorni. Elisa Isoardi, ex del leghista Matteo Salvini, pare che l’anno prossimo non avrà la conduzione di una trasmissione nella tivvù di Stato. Ma la vera notizia è un’altra: Luigi De Siervo, (Rai com), a sentire i bene informati di viale Mazzini, non più in ottimi rapporti con il dg Antonio Campo Dall’Orto, starebbe per traslocare ad Infront, società che si occupa di diritti sportivi.

Read More
Romana-Liuzzo-Premio-Guido-Carli

ll ricordo da nipote di Guido Carli
Il mio discorso a Montecitorio
aspettando un’Italia migliore

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

Era il 1966, l’anno che ha dato vita alla mia generazione, quella che oggi compie 50 anni e che è cresciuta senza i-phone, senza tablet. Studiando più il latino che l’informatica e parlando più l’italiano che l’inglese, tanto che se qualcuno al posto di «conoscenza» ti diceva «Know-how» pensavi al massimo volesse invitarti al ristorante cinese. Quando io varcavo le soglie del mondo, Guido Carli mio nonno, era Governatore della Banca d’Italia. Non era quella di oggi l’Italia che sognava Carli, dove il miglior record è quello della disoccupazione. Dove una laurea vale spesso solo per essere appesa al muro…

Read More