scialla

In principio era il verbo
poi arrivò scialla e ora…

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

In principio era il verbo, poi arrivò «scialla», che stava per rilassati, calma. Le mamme della mia generazione ricordano l’adolescenza dei propri figli tra un «bella zì» (forma di saluto), un «non ti accollare» (non mi stare attaccata) e purtroppo anche un non molto educato ma esplicativo «l’ho pisciato» (l’ho lasciato lì). Una lingua nasce, cambia, si rinnova. E lo fa anche (o soprattutto) grazie ai neologismi inventati dai ragazzi o portati nel linguaggio comune dai grandi cambiamenti, come quello innescato da Internet o dalle abbreviazioni negli sms (tvb, cmq, xchè, cm). Rassegnamoci. Che il linguaggio giovanile abbia contribuito ad…

Read More
Romana-Liuzzo-Premio-Guido-Carli

ll ricordo da nipote di Guido Carli
Il mio discorso a Montecitorio
aspettando un’Italia migliore

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

Era il 1966, l’anno che ha dato vita alla mia generazione, quella che oggi compie 50 anni e che è cresciuta senza i-phone, senza tablet. Studiando più il latino che l’informatica e parlando più l’italiano che l’inglese, tanto che se qualcuno al posto di «conoscenza» ti diceva «Know-how» pensavi al massimo volesse invitarti al ristorante cinese. Quando io varcavo le soglie del mondo, Guido Carli mio nonno, era Governatore della Banca d’Italia. Non era quella di oggi l’Italia che sognava Carli, dove il miglior record è quello della disoccupazione. Dove una laurea vale spesso solo per essere appesa al muro…

Read More

La burocrazia ci ucciderà
ci dicono «Paga e non rompere»

By | StrettaMente Confidenziale | No Comments

Quante volte abbiamo letto, o ascoltato dalla tv, che gli imprenditori stranieri sono restìi a investire in Italia perché spaventati dalla burocrazia, capace di imporre un mare di carte, spesso inutili. Ma un conto è dispiacersi, da estranea, di questa deprimente situazione cui ogni governo promette (invano) di porre rimedio; un conto è trovarsi invischiata da protagonista in una burocrazia dal carattere sadico che sembra volerci inviare un messaggio preciso: non ci disturbi, non infranga la quiete dell’apparato, lasci perdere. Insomma, avere a che fare con qualsiasi ente pubblico, è come maneggiare uno scotch appiccicoso: lo stacchi da un dito…

Read More